Bellissimo – Book

Nessuno come un bambino è in grado di assimilare la bellezza. E la poesia è fra le cose più belle (e semplici) da insegnare loro. Oriana Picceni di Spinginuvole è autore della nostra rubrica Bellissimo Books,
ha selezionato oltre il Piccolo Giardino di Poesie 
pubblicato da Rizzoli e uscito sull’ultimo numero di Scimparello N°5, 
altri 6 libri poetici adatti ai bambini.

Buona lettura!

Poesie della neve, di Azzurra D’Agostino e Estefanía Bravo (Fatatrac)

La neve, si sa, è una potente poesia in grado di far sorridere ogni animo, far tornare gli adulti bambini e dare un profumo nuovo all’aria. Fateci caso, la neve alle volte ha la forma di un grande coniglio pronto ad avventurarsi nel bosco. Seguitelo e sarà magia…

Concerto per alberi, di Laëtitia Devernay (Terre di Mezzo)

Immaginatevi di aprire questo libro e, dispiegando pagina dopo pagina, di veder apparire una meravigliosa foresta di alberi. E in questa natura esuberante un direttore d’orchestra ci ‘mostra’ la sua musica. Le parole non servono. Età: per tutti.

Avanti tutta!, di Guia Risari, con illustrazioni di Daniela Iride Murgia (Edizioni Corsare)
Cosa possono diventare due pali appoggiati a un albero? Ecco che tra le tavole visionarie e piene di poesia di Daniela Iride Murgia si dipana il bellissimo racconto della potenza dell’infanzia, in un inno all’immaginazione che ci fa venire voglia di alzare gli occhi al cielo e provare ad arrampicarci anche noi!

Perché piangiamo?, di Fran Pintadera, illustrazioni di Ana Sender (Fatatrac)
Un albo intriso di poesia, che ci mostra attraverso tavole piene di tenerezza e lo sguardo di una mamma sul suo bimbo che piangere aiuta a crescere: le lacrime calmano, curano le ferite, ma sono anche espressione di gioia.

Vorrei dirti, di Cosetta Zanotti, con illustrazioni di Lucia Scuderi (Fatatrac)
Le parole possono farti volare o ancorarti a terra. Possono aprire nuovi mondi e darti l’occasione di disegnare il tuo futuro. Le parole abbracciano. E in questo viaggio poetico attraverso le loro tante sfumature, si arriva in fondo solo dopo averne messe da parte un po’: sono parole gentili, che servono a costruire bellezza.

Abbi cura di me, di Simone Cristicchi e Nicola Brunialti, illustrazioni di Simone Rea (Lapis)
Il testo di una bellissima canzone unito a illustrazioni che toccano: ecco un albo dedicato all’amore oltre le divisioni e i confini. Un messaggio di pace che diventa inno alla bellezza e invito all’ascolto dell’altro.

 

Posted by Petra Barkhof