La Poesia dei Bambini

by Patrizia Mezzanzanica

IT
Bisognava scrivere una poesia e spedirla in redazione. Questo avevamo chiesto ai nostri bambini. Sicuri che ce la potessero fare. Che non avrebbero avuto bisogno dell’aiuto di nessuno perché la poesia era già dentro di loro. Bastava far uscire anche una sola frase, anche senza rima, e sarebbe stata perfetta. Avevamo ragione. Con qualche eccezione, ma avevamo ragione. Ne sono arrivate parecchie di poesie e per la maggior parte sincere. Così ci siamo messe a leggerle tutte. E quando notavamo qualche “aggiustatina” pensavamo a qualche genitore che, in buona fede, credeva di essere solo d’aiuto. Così abbiamo selezionato ciò che ci sembrava venire davvero dal cuore di un bambino. Un’emozione vera, anche se un po’ manipolata. Magari abbiamo sbagliato. Non siamo infallibili. Siamo così innamorati dei bambini e consapevoli del loro infinito potenziale che perdiamo un po’ il lume della ragione. A volte.

Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter avere successo.
(Maria Montessori)

EN
They had to write a poem and send it to the editorial office. That’s what we asked our children. Knowing they could do it. Knowing they wouldn’t need anyone’s help because poetry was already inside them. It was enough to let out one simple sentence, even without rhyme, and it would have been just perfect. We were right. With some exceptions, but we were right. Lots of poems came in and most of them were sincere. So, we started to read them all. And when we noticed a few “fixes”, we thought of some parents who, in good faith, hoped they were just helping. So, we selected what really seemed to come from a child’s heart. A real emotion, although a bit manipulated. Maybe we’re wrong. We’re not infallible. But we are so in love with children and aware of their infinite potential that we get a bit worked up. Sometimes.


Never help a child while performing a task in which he feels he can succeed.
(Maria Montessori)

Posted by Petra Barkhof