@cri.ted un account Instagram pieno di poesia

Presenteremo ogni mese un account Instagram che ci ha particolarmente colpito.
Questa volta tocca a @cri.ted che vive in Sardegna!
Le sue bellissime immagini abbinate alla poesia delle sue parole ci hanno intrigato. E da qui è nata la collaborazione che ha portato Cristina a scrivere la favola di MADAME POULE.
La troverete sul primo numero di Scimparello in uscita Lunedì, 30 Luglio.

“Per anni, gli uomini imprigionarono il vento all'interno di una bottiglia. Fu una donna a liberarlo ed a condurlo con sé su di un'isola in mezzo al mare.”

Solo gli uomini più coraggiosi, accorsero per vederlo nuovamente.
Avevano tutti una tavola sotto braccio e parlavano una lingua perlopiù sconosciuta a tutti.
Venivano visti come matti e visionari. Impavidi e senza paura.
In realtà, loro la paura la provavano eccome.  Ma senza quella paura, sarebbero stati privi di vita.
Senza quell’ adrenalina, avrebbero avuto sguardi spenti. Sorrisi insoddisfatti. Sarebbero stati inquieti.
Forse, andavano incontro alla tempesta, poiché la tempesta era parte di loro.
Le persone dalla riva, impararono a poco a poco a rispettarli.
I bambini, li guardavano con ammirazione. Ascoltavano i loro racconti. Erano curiosi di cosa provassero, lì, tra le onde.
Molti, vollero emularli.
Non tutti resistevano.
In parecchi abbandonarono l’impresa. Solo chi parlava col mare, restava. Nonostante il freddo.
Incurante del tempo e della fatica. Solo chi tornava a casa felice, pur avendo patito le peggiori intemperie.
Chi li osservava, non poteva ormai far a meno di sorridere. Di voler sentire le loro storie, senza chiedersi quanto di vero ci fosse infondo.
Ed il mare si era abituato a loro.
Quasi, li aspettava.

di Cristina Tedde

Posted by Petra Barkhof