Péro – VIBGYOR: the FW22 collection

text Enrico Fragale Esposito

VIBGYOR: un messaggio criptico dallo spazio? In effetti dal brand avanguardista Péro ci si potrebbe aspettare di tutto, con quel design che guarda sempre avanti anni luce… ma il nome della collezione FW22 altro non è che l’acronimo della palette colori: Violet, Indigo, Blue, Green, Yellow, Orange e Red!

Questo arcobaleno è ispirato alla vibrante tradizione folkloristica slava, che si rintraccia nella cultura polacca e ucraina. Pensate, il brand indiano ci dà una lezione sulla nostra Europa portandoci in viaggio verso Zalipie 🇵🇱  e Petrykivka 🇺🇦 dove si possono ammirare le Malowana Chata, ovvero le case in cui le mura esterne sono ricoperte di motivi a fiori finemente dipinti.

Gli stessi motivi dalle pennellate caratteristiche li ritroviamo sui capi di questa stagione, su sfondo bianco o su un più contemporaneo e sofisticato black. È una festa di dalie, rose e tulipani insieme a fragole, ciliegie e uva che appaiono come dettagli ricamati e danno la forma anche ai bottoni (un tocco che ci ricorda l’estro creativo di Elsa Schiaparelli). Immancabili nei range di Péro la fantasia check e le stripes che animano i tessuti pregiati made in India.

Una menzione speciale merita poi il crochet, realizzato con materiali riciclati in collaborazione con donne rifugiate dall’Afghanistan.

Attualizzare la tradizione è un Arte, e i capi Péro sono opere da maestro.

🇬🇧
VIBGYOR
: a cryptic message from space? In fact, one might expect anything from the avant-garde brand Péro, with its design that always looks light years ahead… but the name of the FW22 collection is an acronym for the colour palette: Violet, Indigo, Blue, Green, Yellow, Orange and Red!

This rainbow is inspired by the vibrant Slavic folk tradition found in Polish and Ukrainian culture. Just think, the Indian brand gives us a lesson in our own Europe by taking us on a trip to Zalipie 🇵🇱 and Petrykivka 🇺🇦 where we can admire the Malowana Chata, the houses in which the outer walls are covered with finely painted flower motifs.

The same patterns with characteristic brushstrokes can be found on this season’s garments, on a white background or on a more contemporary and sophisticated black. It is a feast of dahlias, roses and tulips along with strawberries, cherries and grapes that appear as embroidered details and also shape the buttons (a touch that reminds us of Elsa Schiaparelli’s creative flair). Inevitable in Péro’s range are the check patterns and stripes that animate the fine fabrics made in India.

Also deserving of special mention is crochet, made from recycled materials in collaboration with women refugees from Afghanistan.

Updating tradition is an art, and Péro garments are masterpieces.

@ilovepero

Posted by Petra Barkhof